I.S.I.S. Oberdan di Treviglio

 
  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Area del Digitale (PNSD)

Anno Scolastico 2018/19



PIANO DIGITALE OBERDAN

Premessa

Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) è il documento di indirizzo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per il lancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola italiana, cui, mediante stretta interazione con il PTOF, ogni scuola fa seguire il proprio Piano Scuola Digitale

Valorizzare la produzione e la distribuzione della conoscenza, nonché la creatività digitale, è la sfida che la scuola deve affrontare, nell’ottica della necessaria garanzia di qualità dei materiali didattici digitali e l’altrettanto necessaria promozione della collaborazione e della condivisione di contenuti, in ambienti rinnovati e aumentati, negli spazi reali e in quelli virtuali.

Il PNSD avviato fattivamente già dal 2015, spinge la scuola ad uno sforzo comune verso il rinnovamento con un programma mirato di formazione del personale, creando/sottolineando, dove già esistono, le sinergie tra il digitale, l’imprenditorialità e il lavoro, promuovendo innovazione, diversità e condivisione di contenuti didattici e opere digitali, bilanciando qualità e apertura nella produzione/fruizione di contenuti didattici, nel rispetto degli interessi di scuole, autori e settore privato..

 

L’Istituto “Oberdan” sceglie la sfida delle ITC coinvolgendo docenti ed allievi per:
 

  • valorizzare la familiarità delle generazioni con le tecnologie informatiche accrescendo interesse e motivazione allo studio e all’insegnamento;

  • introdurre gli studenti a un utilizzo cognitivamente efficace delle risorse informatiche, premessa indispensabile per l’aggiornamento costante di conoscenze e competenze al di là del contesto scolastico;

  • favorire l’utilizzo sistematico di strumenti informatici nella didattica o nel caso di lezioni partecipate, il coinvolgimento degli studenti, spinti ad atteggiamenti creativi e collaborativi;

  • estendere i processi di apprendimento al di là delle ore curricolari attraverso la costruzione di piattaforme digitali dove convergano i contenuti digitalizzati delle lezioni integrati da approfondimenti, esercizi, strumenti di risorse di rete e link opportunamente selezionati;

  • utilizzare le numerose risorse documentali qualificate presenti nel WEB;

  • sviluppare la collaborazione con istituzioni culturali e universitarie nel contesto di una condivisione di contenuti didattici (podcast, lezioni in lingua straniera).

 

Come logica evoluzione, consolidamento e potenziamento del progetto Generazione Web Lombardia, partito nell’A.S 2012/13, l'Istituto persegue ancora con successo il progetto “Classi digitali” con l'obiettivo di:

Ø  implementare l'infrastruttura tecnologica, aumentando la connettività con la fibra ottica;

Ø  integrare il numero di device personali nelle classi terze, vista l'espansione dell'Istituto, stimolata anche dalle nuove tecnologie in essere;

Ø  consolidare l’esperienza degli e-book interattivi auto-prodotti;

Ø  potenziare ulteriormente la comunicazione didattica tra docenti e docenti, docenti e studenti per far sì che gli studenti impossibilitati a frequentare le lezioni (scuola in ospedale, gravi patologie, BES...) oppure che necessitino di recupero possano comunicare/seguire lezioni e svolgere attività didattiche e/o esercitazione suppletive a distanza;

Ø  diffondere l’utilizzo, in formazione peer to peer dei docenti, di software che permettano di confezionare, somministrare, correggere e archiviare via web prove di valutazione per gli alunni;

Ø  utilizzare la rete di scuole già esistente - Rete Generazione WEB - per condividere metodologie con altri Istituti (Cloud School) e consentire un lavoro collaborativo tra docenti di scuole diverse;

Ø  continuare, qualificando, la formazione, anche in modalità blended learning, dei docenti in ambito didattico-tecnologico.

 

Il Piano Oberdan Digitale

In data 10 dicembre 2015 la prof. Maria Igini è stata nominata Animatore Digitale dell’IIS “Oberdan” di Treviglio, al fine di organizzare la formazione interna alla scuola sui temi del PNSD, favorire la partecipazione e stimolare il protagonismo degli studenti nell’organizzazione di workshop e altre attività, anche strutturate, sui temi del PNSD, anche aprendo i momenti formativi alle famiglie e altri attori del territorio, per la realizzazione di una cultura digitale condivisa.

L’individuazione di un Animatore Digitale (A.D.), di un Team per l’Innovazione e un gruppo di docenti referenti per le classi digitali, consente il potenziamento di quanto già in essere nell’Istituto e avvia di fatto una ulteriore fase del processo di costruzione di una scuola dinamica, fase incentrata su:

·        formazione capillare dei docenti, mirata a diffondere le opportunità offerte dalle ITC e dai linguaggi digitali per supportare nuovi modi di insegnare, apprendere e valutare e consolidare le buone pratiche e le competenze maturate negli anni;

·        creazione di nuovi spazi per l’apprendimento e la comunicazione, anche virtuali e la conseguente formazione alla sicurezza;

·        sperimentazione, condivisione e diffusione di metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa;

·        riorganizzazione del tempo del fare scuola;

·        ammodernamento del sito della scuola e nuove forme di comunicazione, anche attraverso l’uso del registro elettronico

·        avvio della Segreteria Digitale.

Attori e destinatari del Piano Oberdan Digitale sono quindi gli studenti, i docenti e le famiglie. L’utilizzo delle ITC infatti oggi non può che essere trasversale al raggiungimento degli obiettivi disciplinari e trasversali di ogni Consiglio di Classe, alla didattica di ogni docente in ogni sua fase (preparativa, gestionale e valutativa) e all’apprendimento di ogni studente.

Di seguito, area per area, le azioni che l’Istituto persegue, in ottemperanza degli impulsi provenienti dal PNSD.

 

AREA DOCENTI

#25 Formazione in servizio per l’innovazione didattica

·        Attività e percorsi di formazione

Varie proposte di formazione sono rivolte ogni anno a tutti i docenti, proposte a carattere nazionale nell’ambito del PNSD, a carattere regionale nell’ambito della Rete Generazione Web Lombardia, a carattere locale, ma anche attraverso corsi interni per l’utilizzo competente dei device in dotazione alle classi e della piattaforma aziendale SharePoint.

I percorsi di formazione vengono graduati, grazie anche all’attività di monitoraggio messa in atto dall’animatore digitale, in base ad un’annuale analisi dei bisogni dei docenti.

Risultati attesi:

o   Rafforzare la preparazione dei docenti in materia di competenze digitali

o   Promuovere il legame tra didattica tradizionale e didattica innovativa

o   Sviluppare standard efficaci, sostenibili e continui nel tempo per la formazione all’innovazione didattica

o   Rafforzare la formazione all’innovazione didattica a tutti i livelli (iniziale, in ingresso, in servizio)

 

#14 Framework comune per le competenze degli studenti

·        Didattica per competenze

L’attività dei Dipartimenti e degli Assi disciplinari in questi ultimi tre anni è stata rivolta alla progettazione di momenti didattici trasversali e condivisibili, che i singoli docenti possono attivare, singolarmente o di concerto con i docenti del Consiglio di Classe, per esplorare con gli studenti nuove esperienze, facendo leva sulla “didattica del fare” attraverso modalità di lavoro come il problem posing e il problem solving.

Tra i risultati attesi del nuovo iter di pianificazione didattica, vi è pure la continua riflessione sulle attività e l’autovalutazione dei risultati di insegnamento, nonché il monitoraggio e la sperimentazione di nuovi strumenti di valutazione autentica delle competenze.

 

#10 Un profilo digitale per ogni docente

·        In ottemperanza delle indicazioni del PNSD, è associato un profilo digitale ad ogni persona nella scuola, in coerenza con il sistema pubblico integrato (SPID).

Mediante l’account istituzionale assegnato a ciascun docente è stato possibile facilitare l’accesso al web, ai contenuti e ai servizi dell’Istituto in modo semplice, sicuro e sostenibile.


AREA STUDENTI

#4 Ambienti digitali per la didattica

Creazione di nuovi spazi per l’apprendimento e la comunicazione

La scuola ha sperimentato in questi anni nuovi setting di apprendimento, nuove metodologie di approccio alla proposta di apprendimento, nuova organizzazione didattica, nuova tecnologia al servizio dell’apprendimento.

Pertanto l’ambiente scuola ha dovuto reinventarsi in nuovi spazi di lavoro: ogni aula è dotata di computer connesso a Internet, con connessione a banda larga, di un proiettore e di casse acustiche, così da garantire una nuova modalità di apprendimento laboratoriale e interattivo, facilitato dalla fruizione collettiva ed individuale del web.

 

Classi digitali

Un numero crescente di studenti è inoltre dotato di Ipad o notebook, in tal modo un numero sempre maggiore di aule si trasforma in un laboratorio adatto per la didattica digitale, in cui gli alunni lavorano in gruppo per risolvere problemi o per sviluppare progetti.

Notebook ITE

Ipad ITE

Ipad LICEO

3C SIA

27

3B RIM

21

4B LES

24

4C SIA

24

4B RIM

24

5B LES

26

5C SIA

28

5B RIM

13

3D LES

25

 

 

3E AFM

27

1Q LSU

23

 

 

4E AFM

23

3B LSU

21

 

 

5E AFM

23

4A LSU

25

 

 

 

 

5A LSU

27

 

 

 

 

5B LSU

24


Distribuzione dei device nell’A.S. 2018-19

Laboratori mobili

Sono stati allestiti due laboratori mobili su carrello, che contengono 30 note-book ciascuno, a disposizione di tutte classi, previa corretta pianificazione.

 

#14 Framework comune per le competenze degli studenti

·        Sperimentazione di nuove modalità di apprendimento

Nelle classi si sperimentano nuovi metodi di apprendimento, che partono dalla necessità di spostare la centralità del lavoro dal docente allo studente, dal programma all’acquisizione di nuove competenze. Con l’apprendimento cooperativo, che appunto si basa sulla centralità dello studente, invogliato ad assumersi la responsabilità dei propri studi e incoraggiato a collaborare in lavori di gruppo, la struttura di apprendimento che si realizza in classe comporta innanzitutto una prima modificazione dei ruoli insegnante-allievi.  Le ITC potenziano questa inversione fino a consentire attività di flipped class-room o in spaced learning.

Molti sono i vantaggi per gli allievi derivanti dalle nuove modalità e dai nuovi strumenti di apprendimento:

o   un miglioramento delle relazioni interpersonali tra gli studenti, indipendentemente dalle differenze dovute alle capacità e alle caratteristiche di ciascuno;

o   il rispetto e il riconoscimento di ciascuno quale persona competente;

o   una maggiore consapevolezza dei punti di vista e delle diverse prospettive;

o   il pensiero creativo, perché facilita la comunicazione e la condivisione di molte idee;

o   il successo di tutti gli studenti del gruppo, in modo tale che ciascuno si senta competente.

 

#22 Standard minimi e requisiti tecnici per gli ambienti on line e la didattica

Piattaforme digitali per la didattica

La scuola promuove, in sicurezza e nel rispetto della Privacy, l’utilizzo di ambienti di apprendimento vari in ambito didattico: le piattaforme editoriali per i libri di testo e i materiali digitali aggiuntivi, messi a disposizione dalle case editrici, le piattaforme didattiche LMS (Learning Management System)  che offrono contenuti strutturati in percorsi controllati con attività organizzate e di cui è possibile il tracciamento, le piattaforme didattiche LCMS (Learning Content Management System) per il deposito, la descrizione e il recupero di contenuti.

L’apertura verso le risorse in cloud facilita la didattica, rendendo immediatamente disponibile ogni contenuto necessario alla lezione e/o allo studio, spinge lo studente ad una maggiore/migliore organizzazione del lavoro e dei materiali, rinforza l’abilità di brain storming fissandola su muri digitali.

 

BOOK IN PROGRESS

#23 Promozione risorse educative e autoproduzione libri

L’Istituto Oberdan è partner e promotore della Rete Book in Progress e collabora attivamente con i propri docenti alla realizzazione di testi scolastici autoprodotti nell’area dell’Informatica, della Geografia e del Diritto.

I testi autoprodotti, annualmente aggiornati, sono adottati nelle classi del primo biennio e garantiscono il contenimento del costo e del peso, oltre che un adeguamento della didattica alla classe attraverso un linguaggio accessibile e “a misura di alunno”.

 

In conclusione…

La riorganizzazione del tempo scuola

La didattica digitale consente un migliore correlazione tra il grado di apprendimento di una certa competenza con il tempo necessario all’allievo per raggiungerla e con il tempo effettivamente impiegato. In questa ottica l’allievo deve avere a disposizione un supporto online o comunque digitale per il suo studio casalingo, come video e altre risorse e-learning come contenuti da studiare.

Le metodologie laboratoriali, in sperimentazione nell’istituto, come la flipped classroom, dilatano il tempo scuola, in certi casi lo ribaltano, mantenendo sempre al centro dell’azione educativa lo studente, per consentire il miglioramento delle interazioni educative in classe, per ottimizzare il rapporto docente/studente, per sviluppare e rafforzare l’apprendimento tra pari e l’apprendimento autonomo


La nuova comunicazione

Il sito dell’Istituto è il punto di partenza della comunicazione con le famiglie, la porta di ingresso di una scuola nuova. Numerose sono le pagine che subiscono significativi cambiamenti nel corso dell’anno, traghettando tante informazioni utili per capire meglio ciò che quotidianamente rende la scuola un esempio di eccellenza didattico-educativa.

Il Registro Elettronico consente una comunicazione scuola-famiglia costante e precisa e costituisce per i genitori una finestra sul mondo della scuola, da cui vedere, previa autenticazione, online il quadro complessivo dei voti, le assenze, le note, i ritardi dei propri figli.

 

La Segreteria Digitale

#11 Dematerializzazione

La Segreteria della scuola continua il percorso avviato nel 2017 verso servizi digitali più semplici ed efficienti, migliorando la condivisione dei dati in piattaforma SharePoint e Argo-Registro Elettronico.

E’ in fieri il passaggio alla Segreteria Digitale, che comporterà un’effettiva accelerata nei procedimenti e nella gestione dei documenti.




Visualizza la documentazione relativa ai progetti informatici sponsorizzati da Generazione web Lombardia


 



NUMERI UTILI  "Guglielmo Oberdan" Viale Merisio, 14 - 24047 - Treviglio(BG)  tel. 0363 49861  fax 0363 303165 
bgis03700g@istruzione.it - bgis03700g@pec.istruzione.it